CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Enel[1]

I risultati definitivi del 2016 sono stati nel complesso in linea con le attese, ma le banche d’affari si esprimono in termini positivi e invitano a puntare su Enel.

La seduta odierna viene vissuta in maniera speculare a quella della vigilia da Enel che, dopo aver guadagnato oltre due punti percentuali ieri, restituisce gran parte di questo progresso al mercato oggi. Il titolo, che occupa la penultima posizione nel paniere del Ftse Mib, viene scambiato negli ultimi minuti a 4,17 euro, con un ribasso dell’1,88% e volumi di scambio vivaci, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 41 milioni di azioni, già al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 36 milioni di pezzi.

I risultati definitivi dell'esercizio 2016

Enel questa mattina ha presentato i risultati definitivi dell’esercizio 2016 dopo aver già comunicato al mercato nelle scorse settimane tutte le headlines in quelli preliminari.

Il gruppo ha chiuso lo scorso anno con un risultato netto consolidato in rialzo del 17% a 2,57 miliardi di euro per effetto del miglioramento del risultato operativo, mentre l’utile netto ordinario consolidato è aumentato del 12,3% a 3,243 miliardi di euro.

I ricavi sono calati del 6,7% a 70,592 miliardi di euro, complici l’andamento negativo dei tassi di cambio, le minori attività di trading di energia elettrica, il consolidamento di Slovenskè Elektrarne, la riduzione dei prezzi di vendita nei mercati maturi e la minore produzione di energia. L’Ebitda è stato pari a 15,276 miliardi di euro, sostanzialmente in linea con il 2015, mentre l’Ebit è aumentato del 16,1% a 8,921 miliardi di euro.

References

  1. ^ Enel (www.trend-online.com)

Original Article