CONDIVIDI

Telecom Italia invariata: ieri la compagnia telefonica ha comunicato i risultati dell'esercizio 2016. Italgas positiva. Stefanel è ancora sospesa per eccesso di rialzo

Piazza Affari e le principali borse europee si confermano in frazionale ribasso nell’ultima seduta della settimana.

Plus500

Alle 12.40 il FTSEMib era in ribasso dello 0,26% a 20.115 punti, mentre il FTSE Italia All Share era in flessione dello 0,24%. Variazioni minime per il FTSE Italia Mid Cap (-0,19%) e il FTSE Italia Star (+0,03%). Alla stessa ora il controvalore degli scambi era di poco inferiore ai 900 milioni di euro.

L’euro è ritornato a 1,08 dollari.

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[1]

Seduta contrastata per Telecom Italia (invariata a 0,8395 euro). Il gruppo telefonico ha chiuso il 2016 con ricavi pari a 19,025 miliardi di euro, in calo del 3,5% rispetto ai 19,72 miliardi dell’esercizio precedente. Il margine operativo lordo è stato pari a 8 miliardi, in miglioramento del 14,2% rispetto all’esercizio precedente, con un’incidenza sui ricavi del 42,1% dal 35,5% del 2015. L’utile dell’esercizio si è attestato a 1,81 miliardi di euro, dalla perdita di 70 milioni nell’esercizio 2015. A fine anno l’indebitamento finanziario netto contabile era di 25,95 miliardi di euro dai 28,47 miliardi di fine 2015. L’indebitamento finanziario netto rettificato ammontava a fine 2016 a 25,12 miliardi di euro al 31 dicembre 2016, in diminuzione di 2,16 miliardi di euro rispetto ai 27,28 miliardi al 31 dicembre 2015. Il consiglio di amministrazione ha proposto la distribuzione del solo dividendo privilegiato alle azioni di risparmio, in ragione di 0,0275 euro per azione. Dopo la diffusione dei risultati del 2016 gli analisti di S&P Global MI hanno alzato da 0,85 euro a 0,9 euro il target price su Telecom Italia, in seguito al miglioramento della stima sull’utile per azione per il 2017; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

Italgas vira in positivo e guadagna il 2,33% a 4,044 euro. La società ha chiuso il 2016 con ricavi pari a 1,08 miliardi di euro, in diminuzione di 18 milioni di euro rispetto al 2015. L’utile netto adjusted del consolidato perimetro distribuzione gas 2016 è stato pari a 226 milioni di euro in calo di 119 milioni rispetto al precedente esercizio. L’utile netto adjusted del consolidato pro forma è stato pari a 221 milioni di euro. Il cda ha deliberato di proporre la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 20 marzo Norges Bank è diventato uno dei maggiori azioni di Italgas; l’istituto norvegese è accreditato del 3,094% del capitale della società.

Openjobmetis registra uno scivolone del 6,66% a 8,41 euro. L’azionista Wise SGR ha ceduto, tramite una procedura di accelerated book building rivolta a investitori qualificati in Italia e ad investitori istituzionali esteri, 4,18 milioni di azioni della società quotata al segmento STAR, pari a circa il 30,48% del capitale. Le azioni sono state cedute a un prezzo unitario di 8,25 euro.

Stefanel è ancora sospesa per eccesso di rialzo, dopo aver segnato un progresso teorico del 39,6%. La società ha sottoscritto con Attestor Capital e Oxy Capital Italia un accordo quadro avente ad oggetto un’operazione di ristrutturazione dell’indebitamento, rafforzamento patrimoniale e rilancio della società.

References

  1. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)