CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Wall Street[1]

Plus500

Il Toro si arrampica su un muro di paura.

Il Toro si arrampica su un muro di paura.

È un vecchio adagio che negli ultimi otto anni ha trovato magnifica conferma: quali e quanti spauracchi gli investitori hanno incontrato davanti al loro cammino, in questo eccezionale bull market che ha fatto la felicità di chi non ha mai letto il giornale per informarsi sugli eventi?

È ragionevole ritenere che il secondo bull market più prolungato della storia si esaurirà… quando finiranno le cattive notizie: quando il futuro apparirà roseo, quando non ci saranno più incertezze che freneranno gli investitori, quando ogni remora sarà messa da parte per abbracciare l’immancabile paradigma che ogni decennio offre.

Non sia mai che le cattive notizie si esauriscano! Anzi, per non correre rischi, facciamo risuonare noi la campanella dell’allarme: dopotutto, chi questo rialzo l’ha cavalcato sin dall’inizio, avrà buoni motivi per parlarne, no?

Eccovi serviti! Secondo le stime di Standard&Poor’s, negli ultimi dodici mesi le aziende dello S&P500 hanno ammassato profitti per 101 dollari per azione.

Calcolando il monte utili complessivo degli ultimi dieci anni, e rapportando il dato alla quotazione corrente, si ottiene un multiplo maligno: 31 volte e mezza.

Perché maligno? Perché un Price/Earnings, calcolato in questa maniera, prima d’ora è stato toccato in sole altre due occasioni: a settembre 1929 e giugno 2007. Non serve ricordare cosa sia successo subito dopo…

References

  1. ^ Wall Street (www.trend-online.com)

Original Article