CONDIVIDI

Pioggia di ricorsi in arrivo da parte dei dirigenti della Pubblica amministrazione contro la pubblicazione dei propri dati personali: «I dirigenti che devono pubblicare la loro situazione patrimoniale – spiega il segretario generale dell'Unadis, Barbara Casagrande – sono moltissimi e questo obbligo coinvolge ingiustamente anche le nostre famiglie. Per questo oltre a noi anche altri sindacati si stanno preparando a fare ricorsi al Tar».

L'Unadis presenterà il proprio ricorso al Tribunale amministrativo del Lazio a metà della prossima settimana. L'apertura ai dati su redditi e patrimoni della Pubblica amministrazione è previsto dal decreto Madia sul «diritto a sapere», il cosiddetto Freedom of information act italiano.

Plus500

2017-03-25 10:34:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA