CONDIVIDI

Continuano regolarmente i voli Alitalia, così come resta possibile prenotare i biglietti per i prossimi giorni e mesi. Andando sul sito della compagnia, non si avvertono anomalie. Agli occhi dei passeggeri meno informati, è come se non fosse cambiato nulla in questi giorni, mentre così non è. La compagnia aerea sta per essere sottoposta ad amministrazione straordinaria, secondo la Legge Marzano, ovvero commissariata da uno fino a tre personalità nominate dal governo, dopo che la richiesta è stata formalmente effettuata dal presidente Luca Cordero di Montezemolo a Vito Riggio, presidente dell’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile.

La liquidità di cassa a disposizione di Alitalia per continuare ad operare sarebbe ridotta al lumicino, stimata in grado di coprire 2-3 settimane di esigenze aziendali. Dopodiché, sarebbe il buio. Alla compagnia l’Enac di vedrebbe costretta a ritirare la licenza di volo e si aprirebbe ufficialmente la procedura fallimentare. Per evitare questo scenario, il ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, ha anticipato ieri sulla possibilità che lo stato eroghi ad Alitalia un prestito-ponte da 3-400 milioni di euro, il quale deve ricevere, però, il placet della Commissione europea. (Leggi anche: Il fallimento di Alitalia è di tutto il sistema-Paese[1])

Biglietti Alitalia a rischio?

Plus500

Le prime reazioni da Bruxelles non sembrano negative. I commissari notano come l’Italia avrebbe le carte in regola per chiedere di potere erogare aiuti di stato temporanei, in quanto l’ultima volta che lo ha fatto in favore di Alitalia è stato oltre 10 anni fa. In pratica, la UE non riconosce l’attuale compagnia privata come erede diretta di quella smantellata a fine 2008 sotto il governo Berlusconi, quando fu privatizzata. Un formalismo, che data la situazione si rivelerebbe prezioso.

Il punto è verificare se Alitalia sia in possesso di quelle condizioni minime per poterne prevedere la sopravvivenza, altrimenti si chiuderebbero le porte per la concessione di aiuti di stato. In tutto questo marasma, seguito alla bocciatura del piano di salvataggio da parte dei dipendenti della compagnia, in secondo piano stanno rimanendo i diritti dei passeggeri, molti dei quali hanno già acquistato biglietti per i mesi prossimi, senza sapere esattamente che fine faranno. (Leggi anche: Salvataggio Alitalia, pre-accordo evita crisi di liquidità[2])

Fine 1° parte. Vai a pagina 2[3]

References

  1. ^ Il fallimento di Alitalia è di tutto il sistema-Paese (www.investireoggi.it)
  2. ^ Salvataggio Alitalia, pre-accordo evita crisi di liquidità (www.investireoggi.it)
  3. ^ Vai a pagina 2 (www.investireoggi.it)