CONDIVIDI

ECONOMIA Fed, lascia il vicepresidente Fischer

Pubblicato il: 06/09/2017 19:23

Sorpresa alla Federal Reserve: oggi infatti il vicepresidente della banca centrale Usa Stanley Fischer ha annunciato l'intenzione di dimettersi 'per ragioni personali' a metà ottobre, in coincidenza con il suo 74mo compleanno e a otto mesi dalla scadenza del suo mandato, a giugno 2018.

Con l'addio di Fischer, già a capo della banca centrale di Israele (ha la doppia nazionalità statunitense e israeliana), si crea un nuovo vuoto ai vertici della Fed a pochi mesi dalla scadenza del mandato della presidente Janet Yellen, che difficilmente otterrà da Donald Trump una riconferma del suo mandato.

La possibilità è quindi di una rapida trasformazione della banca centrale Usa in un momento in cui da Washington si spinge per l'allentamento delle riforme regolamentari per il sistema finanziario approvate dopo la crisi scoppiata nel 2007. Non a caso nella breve lettera di dimissioni inviata al presidente Usa Fischer rivendica i risultati della Fed nella ripresa dell'economia americana ma anche nella costruzione di un sistema finanziario più solido e resiliente.