CONDIVIDI

L'analisi

FxPro, PUBBLICATO:
Per info visita il sito: fxpro.it[1]

Ieri sera la Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse invariati ad un massimo dell’1,25%, come ampiamente atteso dal mercato.

Ieri sera la Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse invariati ad un massimo dell’1,25%, come ampiamente atteso dal mercato. Se possibile, ha però addirittura rafforzato la già grande probabilità di assistere ad un aumento dei tassi verso l’ 1,5% in occasione del meeting di dicembre. Nello statement si sono infatti trovati riferimenti ad una “crescita solida” e ad un “mercato del lavoro in rafforzamento”, elementi di ottimismo certamente non citati a caso.

L’analisi dei futures sui tassi di interesse (FED Funds) evidenzia oggi ben il 98,2% di probabilità per un intervento sui tassi il 13 dicembre, confermando quindi che tale possibilità viene ormai data pressoché come cosa fatta dal mercato.

La reazione dei mercati, sia per quanto riguarda le borse americane che il Dollaro, è comunque stata decisamente contenuta e non si sono registrati particolari aumenti di volatilità. Il motivo alla base di ciò è che gli operatori sono in attesa di qualcosa attualmente ritenuta ancora più importante di una decisione sui tassi che, in questo particolare caso, poteva svelare molto poco di nuovo. Nel particolare il mercato attende con grande interesse di sapere chi sarà il successore di Janet Yellen alla guida della Federal Reserve (cosa che quindi potrà influenzare la politica monetaria USA nel lungo periodo) e di ricevere dall'amministrazione Trump i dettagli relativi alla riforma fiscale voluta dal Presidente USA.

References

  1. ^ fxpro.it (www.fxpro.it)