CONDIVIDI

Pubblicato il: 14/11/2017 10:36

Le Borse europee viaggiano in territorio positivo, dopo la chiusura invariata di Tokyo – Nikkei a 22.380 punti – e quella in sostanziale parità di Wall Street – Dow Jones +0,07%, Nasdaq +0,10% -. Il rapporto tra euro e dollaro sfiora 1,17, in calo brent e oro, lo spread tra Btp decennali e Bund flette a 141 punti base con un rendimento dell'1,84%. A Milano l'indice Ftse Mib guadagna lo 0,48% a 22.546, in progresso Londra +0,21%, Francoforte +0,46% e Parigi +0,41%.

Plus500

A Piazza Affari bene i comparti auto e finanziari, in flessione il settore tlc. Corre Fca +2,23%, bene Cnh Industrial +1% ed Exor +0,93%. Tra i bancari segno più per Intesa Sanpaolo +0,64% a 2,824 euro, Mediobanca +0,56% e Unicredit a 16,95 euro (+0,12%); vendite su Bper -0,66%. Maglia rosa per A2A +4,16% che archivia i nove mesi con ricavi e Mol in crescita, ma utile in calo anche a causa dell’esercizio dell’opzione put su Epcg, e ha rivisto al rialzo le previsioni sul Mol 2017, portandole a 1,2 miliardi. Acquisti su Campari +2,02% ed Enel +1,52%, sulla parità Leonardo dopo il rosso delle ultime sedute.

Male Saipem -3,99% e Tenaris -0,95%. In rosso Tim -1,23% a 0,681 euro ancora sotto quota 70 centesimi per azione, ai minimi da un anno, dopo il taglio di raccomandazione di Goldman Sachs che guarda alle incertezze, in primis Iliad, costi e Open Fiber. Sull'All Share bene Iren +1% che ha approvato il nuovo piano industriale al 2022 e chiuso i conti dei 9 mesi con un utile netto di gruppo di 179,5 milioni (+42,3%).