CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Salvatore Ferragamo[1]

Plus500

Salvatore Ferragamo (-5,4% a 20,65 euro): MainFirst conferma il giudizio underperform e riduce il target da 19,50 a 17,00 euro.

Salvatore Ferragamo (-5,4% a 20,65 euro): MainFirst conferma il giudizio underperform e riduce il target da 19,50 a 17,00 euro. Il gruppo fiorentino chiude i conti al 30 settembre con ricavi pari a 1005 milioni di euro, -0,9% a/a e di poco inferiori ai 1008 del consensus Thomson Reuters, a causa delle difficoltà incontrate dal canale wholesale (-4,7%). A livello geografico male soprattutto Nord America (-4,3%) e Giappone (-6,7%), positiva l'area Asia Pacifico (+2,8%). Molto più marcate le flessioni a livello di margini: l'EBITDA scende del 25,1% a/a a 162 milioni (consensus: 164), l'EBIT del 32,2% a/a a 115 milioni e l'utile netto del 28,3% a/a a 79 milioni (consensus: 84). Il 2017, secondo il management, si conferma anno di transizione ma l'a.d. Eraldo Poletto durante l'incontro con gli analisti finanziari ha dichiarato che "il 2018 sarà un altro anno di duro lavoro". Il piano di rilancio di Ferragamo ideato da Poletto e presentato a febbraio viene considerato valido da analisti e operatori ma la tempistica appare più dilatata di quanto preventivato.

(SF – www.ftaonline.com)

References

  1. ^ Salvatore Ferragamo (www.trend-online.com)

Original Article