CONDIVIDI

Una volta la Svizzera era la meta dei golosi del cioccolato (o di chi voleva far espatriare qualche capitale più o meno lecito) oggi invece è la meta di chi guarda ad altro.

I tempi cambiano: una volta la Svizzera era la meta dei golosi del cioccolato (o di chi voleva far espatriare qualche capitale più o meno lecito) oggi invece è la meta di chi guarda ad altro. La nazione delle banche, infatti, potrebbe ospitare tra gli scaffali dei suoi supermercati, un prodotto un po' più particolare: l'hashish legale, ovvero una tipologia di erba che , dopo adeguato trattamento, presenterebbe un livello di Thc, il suo principio attivo, inferiore ai livelli vietati dalla legge elvetica. Il tutto per la modica cifra di 50 franchi pari a 42 euro che daranno diritto al possesso di 5 grammi.

La novità

A metterlo in commercio sarebbe KannaSwiss, a sua volta produttrice della marijuana "light" già in vendita negli appositi punti vendita tra Berna, Ginevra e Lugano. Tecnicamente in Svizzera i prodotti a mase di marijuana con concentrazioni di principio attivo inferiore all'1% sono di per sé già una realtà ma la volontà dell'azienda è quella di ampliare il mercato disponibile visto che i produttori sono aumentati esponenzialmente solo nel 2017: ai primi 5 produttori se ne sono affiancati altri 395. Il che spiega i 400mila euro di investimento nel progetto. Dal 19 agosto 2016 a Zurigo, in Svizzera l'acquisto di cannabis è legale con la sola condizione che, olre al fatto che l'acquirente sia maggiorenne, il Thc, la sostanza psicotropa prodotta dai fiori di cannabis, sia inferiore all'1% in modo da rendere l'effetto sulla persona praticamente nullo.

Original Article