CONDIVIDI

L'Embraco, azienda del gruppo Whirlpool, ha confermato i 497 licenziamenti, nello stabilimento di Riva di Chieri, nel torinese, dove lavorano 530 dipendenti e si producono compressori per frigoriferi. "Considero l'atteggiamento di Embraco irresponsabile, inaccettabile e contrario agli impegni assunti nel corso di vari incontri al Ministero", afferma il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda che ha riconvocato urgentemente l'azienda.
Calenda aveva proposto di utilizzare alcuni mesi di cassa integrazione in cambio di un piano di reindustrializzazione.
Davanti all'Amma, sede dell'incontro, hanno manifestato alcune centinaia di lavoratori che hanno prima sfilato in corteo nelle vie del centro di Torino. Solidarietà agli opperai Embraco dalla sindaca Chiara Appendino, "i diritti dei lavoratori vanno tutelati". "Tra 56 giorni scade la procedura e ci troveremo di fronte a un massacro sociale", affermano Fiom e Uilm.