CONDIVIDI

Dai risultati delle elezioni politiche non emerge una maggioranza definita che possa esprimere immediatamente un governo. Avvio di giornata in rosso per le banche

Avvio di giornata all’insegna della volatilità per Piazza Affari e per le principali borse europee: in particolare, Borsa Italiana ha aperto la seduta con gli indici sotto la parità. Focus sui risultati delle elezioni politiche italiane, che hanno visto il successo del Movimento 5 Stelle e della Lega di Salvini; quest’ultima ha superato Forza Italia all’interno del proprio schieramento. Pesante sconfitta, invece, per il PD di Matteo Renzi. Non emerge, quindi, una maggioranza definita che possa esprimere immediatamente un governo. Gli esperti, quindi, ipotizzano anche una situazione di “parlamento sospeso”, in attesa che che si definisca una maggioranza in grado di formare un governo. Nessuna sorpresa, invece, dalla Germania: il referendum tra gli iscritti dell’SPD ha dato il via libera alla partecipazione a un nuovo governo con la CDU/CSU guidato da Angela Merkel.

Alle 09.15 il FTSEMib era in flessione dello 0,87% a 21.721 punti, mentre il FTSE Italia All Share era in calo dello 0,82%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,47%) e il FTSE Italia Star (-0,34%).

Giornata all’insegna della volatilità per Wall Street nella seduta di venerdì. Il Dow Jones ha registrato un ribasso dello 0,29% a 24.538 punti. In progresso di mezzo punto percentuale l’S&P500 (+0,51% a 2.691 punti). Performance migliore per il Nasdaq che ha guadagnato l’1,08% a 7.258 punti. Seduta decisamente positiva per Gap (+7,82% a 34,18 dollari) dopo la diffusione della trimestrale e delle indicazioni per il 2018, risultati migliori delle attese degli analisti.

Avvio di settimana con una seduta negativa per la borsa di Tokyo. L’indice Nikkei ha lasciato sul terreno lo 0,66% a 21.042 punti. Anche oggi in difficoltà i titoli del settore dell’acciaio e delle società automobilistiche, sui timori di una guerra commerciale, dopo le dichiarazioni di Donald Trump.

L’euro si attesta a 1,23 dollari, mentre il bitcoin[1] ha superato gli 11.500 dollari (circa 9.500 euro).

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[2]

Vendite sui bancari.

Unicredit inizia la giornata con una flessione dell’1,68% a 16,776 euro, mentre IntesaSanpaolo è in ribasso dell’1,56% a 2,9595 euro.

Performance peggiori per BancoBPM (-3,58% a 2,9485 euro) e per UBI Banca (-3,15% a 3,724 euro).

Partenza debole per il Creval (-0,59% a 0,1004 euro). Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore di sabato una quindicina i fondi internazionali sarebbero intenzionati a partecipare all'aumento di capitale del Creval. In particolare, il quotidiano finanziario ha segnalato che il fondo Blackrock "starebbe riflettendo su un possibile investimento di una certa entità" nell'istituto.

Il Credem sale dello 0,42% a 7,15 euro. L’istituto ha comunicato che la BCE ha autorizzato l'istituto a non dedurre dal calcolo dei propri coefficienti patrimoniali la partecipazione al 100% in Credemvita. La decisione, effettiva a partire dal 31 dicembre 2017, comporta una revisione incrementale dei coefficienti patrimoniali di vigilanza comunicati in sede di approvazione dei risultati preliminari. In particolare, il CET1 ratio aumenta da 13,32% a 13,69%, dato oltre 6 punti percentuali al di sopra del livello minimo assegnato da BCE per il 2018 pari a 7,375%.

Saipem registra uno scivolone del 3,36% a 3,167 euro. La società di ingegneristica ha comunicato che la Consob ha accertato la non conformità del bilancio consolidato e di esercizio 2016 dell'azienda alle norme che ne disciplinano la predisposizione, senza censurare invece la correttezza della relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2017. Saipem, pur non condividendo il giudizio di non conformità del bilancio consolidato e d’esercizio al 31 dicembre 2016, riservandosi ogni valutazione in merito, anche di natura giurisdizionale, ha comunicato che provvederà a pubblicare in tempi ragionevolmente brevi una situazione economico-patrimoniale pro forma consolidata al 31 dicembre 2016 che tenga conto dei rilievi formulati dall’autorità.

References

  1. ^ quotazione bitcoin (www.soldionline.it)
  2. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)