CONDIVIDI

Il consiglio di amministrazione di Cir ha approvato i risultati 2017, archiviati con ricavi pari a 2,79 miliardi di euro, con un incremento del 6,7% rispetto a 2,62 miliardi nel 2016 “grazie all’evoluzione positiva di tutte le controllate”, e un risultato netto consolidato di gruppo negativo per 5,9 milioni “a causa dell’onere fiscale di natura straordinaria sostenuto da Gedi, per la definizione di un contenzioso pendente in Cassazione per fatti risalenti al 1991, il cui impatto pro quota sul risultato netto consolidato del gruppo Cir è stato negativo per 65,5 milioni”. Escludendo tale onere straordinario, si legge in una nota, il risultato sarebbe stato positivo per 59,6 milioni, in progresso rispetto ai 33,8 milioni del 2016. Il contributo delle controllate industriali (Sogefi, Gedi e Kos) al risultato consolidato, prima del citato onere fiscale, è ammontato a 41,5 milioni, in aumento rispetto a 25,1 milioni nel 2016.

Il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti un dividendo unitario di 0,038 euro, invariato rispetto allo scorso anno.