CONDIVIDI

Il Consiglio europeo ha deciso di aggiungere alla sua blacklist dei paradisi fiscali le Bahamas, Saint Kitts e Nevis e le Isole Vergini americane. “Questo – ha spiegato Bruxelles nella nota diffusa oggi – perché questi tre paesi non hanno assunto impegni ad alto livello politico in risposta alle preoccupazioni dell’Ue”. Contemporaneamente, il Consiglio ha deciso di rimuovere il Bahrein, le Isole Marshall e Santa Lucia.
La blacklist della Ue, tesa a contrastare a livello mondiale l’elusione, la frode e l’evasione fiscale, conta oggi 9 paesi: Samoa americane, Bahamas, Guam, Namibia, Palau, Samoa, Saint Kitts e Nevis, Trinidad e Tobago e Isole Vergini americane. L’elenco viene rivisto una volta all’anno.