CONDIVIDI

Saes Getters ha terminato il 2017 con ricavi in aumento del 22,2%; il giro d’affari del gruppo è salito da 189,03 milioni a 231,08 milioni di euro; a parità sia di cambi, sia di area di consolidamento, la crescita organica è stata pari al 19,1%, principalmente trainata dal comparto della purificazione dei gas, dalle nuove produzioni nel business dei dispositivi elettronici e dal segmento del Nitinol per dispositivi medicali. In forte aumento il margine operativo lordo che è passato da 35,47 milioni a 49,99 milioni di euro (+40,9%); di conseguenza, la marginalità è salita dal 18,8% al 21,6%. La società ha terminato lo scorso anno con un utile netto di 13,86 milioni di euro, in calo dai 14,03 milioni del 2016, penalizzato dalla svalutazione di attività per imposte anticipate sulle perdite fiscali pregresse.

A fine 2017 l’indebitamento netto del gruppo era sceso a 17,73 milioni di euro, rispetto ai 33,78 milioni di inizio anno. Nell’intero esercizio le attività operative dell’azienda hanno generato un flusso di cassa di 37,86 milioni di euro.

I vertici di Saes Getters hanno segnalato che l’inizio dell’esercizio 2018 ha confermato le favorevoli condizioni di mercato dell’anno precedente e prevede che il gruppo continui a crescere, malgrado l’indebolimento del dollaro nei confronti dell’euro.

L’azienda ha anticipato che il fatturato complessivo del primo bimestre 2018 è stato pari a 41,7 milioni di euro, in aumento (+14%) rispetto a 36,6 milioni del corrispondente periodo del 2017.

Il management di Saes Getters ha proposto la distribuzione del dividendo 2018, relativo all'esercizio 2017, per un ammontare di 0,7 euro sia per le azioni ordinarie che per i titoli di risparmio; la cedola sarà staccata il 30 aprile.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.