CONDIVIDI

Chiusura positiva anche oggi per le Borse europee che hanno archiviato gli scambi in salita per la terza giornata consecutiva. Il Ftse100 è salito dello 0,17%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,72% e dell'1,31%.

In luce verde anche Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib fermarsi a 22.411 punti, con un vantaggio dello 0,36%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.556 e un minimo a 22.326 punti.
Positivo anche il bilancio di una settimana più breve del solito (domani il mercato sarà chiuso per festività), visto che nelle ultime quattro sedute l'indice delle blue chips ha guadagnato lo 0,55% rispetto al close di venerdì scorso.

Ftse Mib pronto ad attaccare i 22.800/22.900?

Nelle ultime giornate in due occasioni il Ftse Mib è tornato a mettere sotto pressione la soglia supportiva dei 22.000/21.900 punti, la cui tenuta ha favorito un recupero in direzione di area 22.500, violata nell'intraday odierno senza essere però riconquistata in chiusura di sessione.
Si conferma la bontà del supporto in area 22.000/21.900 che il mercato sembra voler difendere a tutti i costi. Il recupero partito da questo livello dovrebbe trovare un seguito la prossima settimana e conferme in tal senso si avranno con la riconquista di area 22.500.

Oltre questo livello il Ftse Mib tornerà a mettere sotto pressione l'ostacolo dei 22.800/22.900 da cui è stato respinto in più di un'occasione. Con la rottura di questa fascia resistenziale si avrà dapprima un test dei 23.000/23.100 punti e in seguito una prosecuzione del rialzo verso area 23.500.
Se i corsi riusciranno a spingersi oltre questa barriera diventerà più credibile l'ipotesi di un ritorno sui recenti massimi di area 24.000, il raggiungimento dei quali però non appare così immediato, visti gli ostacoli con cui il mercato deve fare i conti prima.

Original Article