CONDIVIDI

“E’ ancora presto per parlare di normalizzazione dell’andamento dell’inflazione. Le serie storiche dell’Istat più recenti ci impongono grande prudenza: la variazione dei prezzi al consumo è stata altalenante e discontinua nell’ultimo periodo, anche quando la congiuntura ha mostrato i segnali più favorevoli. Siamo ancora molto lontani dal target del 2% fissato dalla Banca centrale europea e per raggiungere quell’obiettivo non basta la politica monetaria dell’Eurotower”. Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara, commentando i dati dell’Istat diffusi oggi secondo i quali a febbraio l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Sic), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,4% su base mensile e dello 0,9% su base annua (da +0,5% di febbraio).

“Quello di oggi, in ogni caso, è un segnale positivo del quale ci rallegriamo, tuttavia – aggiunge Ferrara – è opportuno ribadire anche in queste circostanze come sia necessario un impegno più forte, in Italia, da parte del governo: auspichiamo che si formi al più presto una maggioranza, capace e coraggiosa”.