CONDIVIDI

Il gruppo Triboo ha archiviato l’esercizio 2017 con un nuovo record per il giro d’affari: i ricavi consolidati (ante adozione del criterio contabile Ifrs 15) hanno raggiunto i 110 milioni di euro, con un progresso del 13,8% rispetto all’anno precedente. La divisione e-commerce ha fatto da traino ai conti dello scorso esercizio con un giro d’affari in miglioramento del 21,8% e un Ebitda divisionale di 6,4 milioni di euro (+22,62%). Nel corso del 2017 gli store online sono passati da 81 a 99.

Il gruppo milanese guidato da Giulio Corno ha realizzato un Ebitda Adjusted di 8,8 milioni di euro, pari al 13,48% dei ricavi, che si confronta con gli 11,7 mln del 2016. Calo dovuto principalmente a causa del rallentamento del volume di affari della Divisione Media (Triboo Media) nel primo semestre del 2017.

L’utile netto adjusted risulta invece pari a 2,5 milioni di euro. Il cda di Triboo ha deliberato la distribuzione di un dividendo pari a 0,0348 euro per azione, con data stacco cedola il 28 maggio e pagamento il 30 maggio 2018.
L’indebitamento finanziario netto del gruppo a fine 2017 è pari a 7,1 milioni di euro rispetto alla liquidità netta di 4,1 milioni di euro del 2016, a seguito principalmente di effetti contabili non ricorrenti. L’indebitamento finanziario corrente netto è invece positivo per 2,1 milioni di euro.