CONDIVIDI

Cala ma resta ancora "consistente" il divario di ricchezza fra uomini e donne in Italia. Secondo uno studio di Giovanni D'Alessio, del servizio studi Banca d'Italia (ma la ricerca non riflette necessariamente l'opinione dell'istituto) gli uomini hanno una ricchezza netta individuale superiore del 25% a quella delle donne, il doppio della Francia. La differenza sale se si tiene conto dei soli attivi finanziari (35%) e meno per gli immobili (15%) mentre si allarga fra i componenti di una coppia (partner/sposi). Il divario è ridotto in età giovanile e cresce dopo i 40 anni.