CONDIVIDI

Francoforte e Parigi registrano progressi superiori al 2%. Telecom Italia e Fiat Chrysler Automobiles tra i migliori. Intonazione positiva per i bancari

Piazza Affari e le principali borse europee si confermano in territorio positivo: Francoforte e Parigi registrano progressi superiori al 2%.

Alle 16.00 il FTSEMib era in rialzo dell’1,96% a 22.882 punti, mentre il FTSE Italia All Share guadagnava l’1,89%. In progresso di oltre un punto percentuale anche il FTSE Italia Mid Cap (+1,44%) e il FTSE Italia Star (+1,61%). Alla stessa ora il controvalore degli scambi era pari a circa 2 miliardi di euro.

L’euro si attesta poco sopra gli 1,225 dollari, mentre il bitcoin[1] si conferma sotto i 7.000 dollari (circa 5.500 euro).

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[2]

Telecom Italia registra un progresso del 4,41% a 0,7916 euro. Il Corriere della Sera ha scritto che dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio della Cassa depositi e prestiti il dossier sulla compagnia telefonica. Secondo il quotidiano “l’orientamento sarebbe quello di rilevare fino al 5% del capitale di Telecom Italia. L’intervento non sarebbe riconducibile al ruolo che CDP potrebbe avere nella rete ma che “servirebbe a tutelare il sistema Italia”. Secondo quanto scritto sul quotidiano “si aprirebbe così un altro fronte per Vivendi, già minacciata dal fondo attivista americano Elliott”.

Fiat Chrysler Automobiles tra i migliori al FTSEMib (+4,69% a 18,44 euro). Il Consiglio di amministrazione della società ha annunciato di aver autorizzato il management a sviluppare un piano per separare le attività di Magneti Marelli da FCA e distribuire agli azionisti di FCA le azioni di una nuova holding company Magneti Marelli. La separazione sarà completata per fine 2018 o inizio 2019 e le azioni di Magneti Marelli saranno quotate in seguito a Piazza Affari.

Intonazione positiva per i bancari.

Unicredit registra un rialzo dell’1,8% a 17,238 euro. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore l’istituto starebbe lavorando a un dossier relativo allo smaltimento, entro il 2018, di circa 2 miliardi di crediti deteriorati lordi derivanti da prestiti a piccole e medie imprese. L’obiettivo della banca guidata da Jean Pierre Mustier sarebbe quella di raggiungere i target sui non performing entro il 2019. Il quotidiano finanziario ha precisato che Unicredito non ha commentato queste indiscrezioni.

Monte dei Paschi di Siena balza del 9,05% a 2,784 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo. Secondo quanto scritto su MF gli investitori istituzionali avrebbero apprezzato le indicazioni fornite dall’amministratore delegato della banca senese, Marco Morelli, a un incontro con la comunità finanziaria a Londra.

Il BancoBPM è in rialzo del 3,82% a 2,8775 euro. Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 4 aprile Bridgewater Associates ha limato la posizione corta sull’istituto, portandola dallo 0,7% allo 0,69%. Lo stesso giorno PDT Partners ha ridotto dallo 0,79% allo 0,69% lo “short” su BPER Banca (+2,99% a 4,655 euro).

Bene anche Mediaset (+1,22% a 3,32 euro). Ancora indicazioni degli analisti sul gruppo del Biscione. Gli analisti di HSBC hanno alzato da 3,3 euro a 3,5 euro il prezzo obiettivo sulla società, apprezzando l’accordo siglato con SKY Italia; gli analisti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio. Per lo stesso motivo UBS ha incrementato da 3,3 euro a 3,7 euro il target price su Mediaset; gli analisti hanno anche migliorato il giudizio sulla società e ora consigliano l’acquisto delle azioni.

Sono tornati gli acquisti su STM, dopo la forte correzione subita nelle ultime giornate. Il titolo registra un progresso del 2,38% a 17,43 euro.

References

  1. ^ quotazione bitcoin (www.soldionline.it)
  2. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)