CONDIVIDI

Francoforte e Parigi registrano progressi nell’ordine del 2%. Telecom Italia tra i migliori al FTSEMib: la CDP starebbe valutando il dossier sulla compagnia telefonica

Piazza Affari e le principali borse europee si confermano in territorio positivo: Francoforte e Parigi registrano progressi nell’ordine del 2%.

Alle 14.05 il FTSEMib era in rialzo dell’1,73% a 22.831 punti, mentre il FTSE Italia All Share guadagnava l’1,66%. In progresso di oltre un punto percentuale anche il FTSE Italia Mid Cap (+1,23%) e il FTSE Italia Star (+1,59%). Alla stessa ora il controvalore degli scambi era pari a circa 1,5 miliardi di euro.

L’euro si attesta poco sopra gli 1,225 dollari, mentre il bitcoin[1] si conferma sotto i 7.000 dollari (circa 5.500 euro).

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[2]

Telecom Italia registra un progresso del 3,96% a 0,7882 euro. Il Corriere della Sera ha scritto che dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio della Cassa depositi e prestiti il dossier sulla compagnia telefonica. Secondo il quotidiano “l’orientamento sarebbe quello di rilevare fino al 5% del capitale di Telecom Italia. L’intervento non sarebbe riconducibile al ruolo che CDP potrebbe avere nella rete ma che “servirebbe a tutelare il sistema Italia”. Secondo quanto scritto sul quotidiano “si aprirebbe così un altro fronte per Vivendi, già minacciata dal fondo attivista americano Elliott”.

Fiat Chrysler Automobiles accelera al rialzo (+5,43% a 18,57 euro). Il Consiglio di amministrazione della società ha annunciato di aver autorizzato il management a sviluppare un piano per separare le attività di Magneti Marelli da FCA e distribuire agli azionisti di FCA le azioni di una nuova holding company Magneti Marelli. La separazione sarà completata per fine 2018 o inizio 2019 e le azioni di Magneti Marelli saranno quotate in seguito a Piazza Affari.

Mediaset in frazionale rialzo (+0,52% a 3,297 euro). Ancora indicazioni degli analisti sul gruppo del Biscione. Gli analisti di HSBC hanno alzato da 3,3 euro a 3,5 euro il prezzo obiettivo sulla società, apprezzando l’accordo siglato con SKY Italia; gli analisti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio. Per lo stesso motivo UBS ha incrementato da 3,3 euro a 3,7 euro il target price su Mediaset; gli analisti hanno anche migliorato il giudizio sulla società e ora consigliano l’acquisto delle azioni.

Intonazione positiva per i bancari.

Unicredit registra un rialzo dell’1,49% a 17,186 euro. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore l’istituto starebbe lavorando a un dossier relativo allo smaltimento, entro il 2018, di circa 2 miliardi di crediti deteriorati lordi derivanti da prestiti a piccole e medie imprese. L’obiettivo della banca guidata da Jean Pierre Mustier sarebbe quella di raggiungere i target sui non performing entro il 2019. Il quotidiano finanziario ha precisato che Unicredito non ha commentato queste indiscrezioni.

Sono tornati gli acquisti su STM, dopo la forte correzione subita nelle ultime giornate. Il titolo registra un progresso dell’1,97% a 17,36 euro.

References

  1. ^ quotazione bitcoin (www.soldionline.it)
  2. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)