CONDIVIDI

Nel corso della mattinata Piazza Affari si è portata vicina alla parità ridimensionando la flessione. Tra i singoli titoli bene Telecom. Tra le banche su Creval e Mps

Nel corso della mattinata Piazza Affari si è portata vicina alla parità ridimensionando la flessione. Nessuna presa di beneficio, dopo il balzo di ieri, per Telecom Italia, ancora in spolvero sulle notizie dell'ingresso della CDP nel capitale. Tra i bancari spiccano le ottime performance di Mps e Creval.

Poco da attendere dal fronte macroeconomico, se non il report sull’occupazione Usa del mese di marzo, diffuso, come ogni primo venerdì del mese, alle 14.30 ore italiane.

Così alle 12.30 il FTSEMib scende dello 0,14% a 22.937 punti mentre l'All Share perde lo 0,07% a 25.146 punti. In positivo invece di Mid Cap (+0,36%) e Star (+0,05%). Alla stessa ora il controvalore degli scambi è di 950 milioni circa.

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[1]

Tra i titoli a maggior capitalizzazione ancora su Telecom Italia (+2,93%). Nelle scorse ore la CDP ha dato il suo ok all’acquisto del 5% del capitale della compagnia telefonica. Secondo quanto scrive il Sole24Ore il piano della Cassa Depositi e Prestiti sarebbe quello di costruire con il fondo Elliott, detentore di una quota vicina al 10% di Telecom Italia, un asse per la rete unica tramite uno scorporo dell’infrastruttura e una fusione con Open Fiber.

Nel comparto dei bancari bene Mps (+4,29%) dopo il balzo superiore agli 8 punti percentuali di ieri. Ma se nella scorsa seduta a spingere il titolo erano state le indicazioni fornite dall’amministratore delegato della banca senese, Marco Morelli, a un incontro con la comunità finanziaria a Londra, in questa giornata i motivi del progresso potrebbero essere da ricercarsi in una promozione, quella degli analsti di Barclays. La banca ha alzato a "equalweight" (neutrale) la sua raccomandazione su Rocca Salimbeni, con un prezzo obiettivo pari a 3,1 euro.

In ampio progresso anche il Creval (+4,42%), anche sospeso per eccesso di rialzo. A mettere il turno al Credito Valtellinese la nota relativa a un accordo con Algebris Investments per la cessione di un portafoglio costituito da crediti non performing[2] secured (per la maggior parte classificati a inadempienza probabile) per un valore lordo di libro di oltre 245 milioni di euro, ad un prezzo superiore al 43% del valore lordo di libro. Il portafoglio, che sarà acquisito da Algebris NPL Partnership II, è costituito da esposizioni creditizie principalmente verso imprese del settore immobiliare.

Sale dell'1,03% UBI Banca. Secondo indiscrezioni riportate da MF l’istituto lombardo guidato da Victor Massiah starebbe pensando di procedere, per i suoi npl, con una cartolarizzazione garantita (Gacs) dal taglio compreso tra i 3 e i 4 miliardi di euro. Ieri la banca ha lanciato la sua prima emissione obbligazionaria senior non-preferred. Si tratta di un’emissione benchmark a 5 anni a tasso fisso per un ammontare di 500 milioni di euro.

In rosso Fiat Chrysler Automobiles (-0,78%) dopo il balzo di ieri in scia alla notizia dell’avvio del piano di scorporo della controllata Magneti Marelli. È stato così confermato che la società della componentistica, quindi, non sbarcherà in borsa con una ipo ma che le sue azioni (o meglio, quelle della holding che la controllerà) saranno distribuite agli azionisti di FCA alla data dello scorporo.

Tra gli assicurativi poco mossa Generali (+0,25%). Secondo quanto riportato dalle comunicazioni di Internal Dealing il 3 e il 4 aprile Francesco Gaetano Caltagirone ha acquistato 850mila azioni della compagnia assicurativa, pari a circa lo 0,054% del capitale. Con queste operazioni Francesco Gaetano Caltagirone ha incrementato a circa il 4% la quota detenuta in Generali.

Sulla parità anche ENI (+0,08%). Il suo board ha approvato una potenziale emissione di uno o più prestiti obbligazionari, da collocare presso investitori professionali, per un ammontare complessivo non superiore a 2 miliardi di dollari statunitensi, da emettersi in una o più tranche entro il 5 aprile 2019.

References

  1. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)
  2. ^ Crediti deteriorati (www.soldionline.it)