CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro è salito venerdì dopo che il dollaro USA è diminuito dopo un rapporto sui salari USA più debole del previsto. Il rame ha concluso con un calo settimanale.

Il prezzo dell'oro è salito alle stelle venerdì (6 aprile) dopo che il dollaro USA è diminuito sulla base dei dati sui salari USA più deboli del previsto. Anche le preoccupazioni su

una potenziale guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti hanno sostenuto i prezzi.

"Il rapporto sulle buste paga ha fornito una piccola spinta all'oro, ma nel complesso ha avuto una settimana piuttosto triste", ha detto la Hans Hansen, responsabile della divisione materie prime di Saxo Bank. "L'oro ha davvero faticato a ottenere qualcosa dalle tensioni accentuate che abbiamo visto sul fronte commerciale".

WEBINAR GRATUITO

Fasci di medie mobili: metodo e tecnica si fondono[1]

GIOVEDI' 12 APRILE: ISCRIVITI SUBITO QUI[2]

Il prezzo dell'oro[3] è aumentato all'inizio di questa settimana per timore di una guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, ma è sceso a un minimo di una settimana giovedì (5 aprile) dopo che i paesi hanno segnalato la volontà di negoziare.

Giovedì scorso, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di aver incaricato ai funzionari del commercio statunitense di considerare 100 miliardi di dollari in tariffe addizionali sulla Cina, alimentando le preoccupazioni degli investitori e aumentando la domanda di beni rifugio come l'oro.

Guardando al prezzo dell'argento[4], il metallo bianco era sulla buona strada per concludere la settimana al rialzo, facendo registrare un rally venerdì a causa di un dollaro americano più debole.

Venerdì, il palladio ha guadagnato lo 0,2%, scambiato a 906,90 dollari l'oncia, mentre il platino[5] è sceso dello 0,7% a 918,30 dollari l'oncia.

Sul lato dei metalli di base, il rame LME[6] era scambiato in calo dello 0,4% a $ 6,788 USD a tonnellata. "Il rame sembra particolarmente sensibile ai titoli geopolitici", ha dichiarato Alastair Munro di Marex Spectron.

Infine, il petrolio spot è stato messo sotto pressione venerdì, anche a causa dell'acuirsi della disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Il prezzo del West Texas intermediate[7] di maggio è sceso in serata a $62 dollari USA al barile della Borsa Mercantile di New York, mentre il contratto sul brent del mese di giugno sulla piattaforma di scambio ICE Futures a Londra ha concluso a 67 USD al barile.

WEBINAR GRATUITO

Fasci di medie mobili: metodo e tecnica si fondono[8]

GIOVEDI' 12 APRILE: ISCRIVITI SUBITO QUI[9]

Potrebbe interessarti anche leggere:

e-max.it: your social media marketing partner

References

  1. ^ Fasci di medie mobili: metodo e tecnica si fondono (www.activtrades.com)
  2. ^ ISCRIVITI SUBITO QUI (www.activtrades.com)
  3. ^ prezzo dell'oro (www.metalli-preziosi.it)
  4. ^ prezzo dell'argento (www.metalli-preziosi.it)
  5. ^ platino (www.metalli-preziosi.it)
  6. ^ rame LME (www.metalli-preziosi.it)
  7. ^ West Texas intermediate (www.metalli-preziosi.it)
  8. ^ Fasci di medie mobili: metodo e tecnica si fondono (www.activtrades.com)
  9. ^ ISCRIVITI SUBITO QUI (www.activtrades.com)