CONDIVIDI

Dopo lo sbarco a Wall Street di Spotify si è acceso il faro dell'attenzione mediatica sulle matricole del mercato statunitense, nonostante Spotify stessa non abbia scelto, per quotarsi, la formula dell'IPO ma la quotazione diretta.

4 modi per evitare di rimanere senza soldi quando sei in pensione. Se hai un portafoglio di almeno 350.000 €, leggi senza spese Il tuo Piano Pensionistico in 15 minuti. Scopri di più[1]

Dopo lo sbarco a Wall Street di Spotify si è acceso il faro dell'attenzione mediatica sulle matricole del mercato statunitense, nonostante Spotify stessa non abbia scelto, per quotarsi, la formula dell'IPO ma la quotazione diretta. Secondo Renaissance Capital , il primo trimestre del 2018 ha visto il maggior volume di capitali raccolto dalle matricole dal 2014 ad oggi. In tutto, 43 società hanno raccolto circa 15,6 miliardi di dollari. Per questo motivo Tom Taulli si è chiesto sulle colonne di InvestorPlace[2] quali siano state le IPO più interessanti del primo trimestre.

Zscaler, Inc. (NASDAQ: ZS)

L'IPO risale a metà marzo e ha registrato un guadagno del 106%. Fondata nel 2008, l'azienda si occupa di sviluppare tecnologie di cybersecurity supportando il cliente nelle scelte più opportune indipendentemente dalla rete, a tutto vantaggio dei costi. Il sistema Zscaler con oltre 100 data center distribuiti in tutto il mondo permette il blocco giornaliero di oltre 100 milioni di minacce verso i suoi oltre 2.800 clienti. Da un punto di vista finanziario dal 2015 al 2017, i ricavi sono passati da $ 53,7 milioni a $ 125,7 milioni.

References

  1. ^ Scopri di più (www.fisherinvestments.eu)
  2. ^ Per questo motivo Tom Taulli si è chiesto sulle colonne di InvestorPlace (investorplace.com)

Original Article