CONDIVIDI

Telecom Italia rimane sotto i riflettori: la Consob ha ufficializzato gli ultimi movimenti di Elliott nel capitale della compagnia. Focus aulla A.S. Roma

Piazza Affari e le principali borse europee dovrebbero iniziare la seduta odierna con gli indici poco sotto la parità. In mattinata il Tesoro collocherà il BOT annuale per un ammontare di 6 miliardi di euro.

Telecom Italia rimane sotto i riflettori. Nelle scorse ore, la Consob ha ufficializzato gli ultimi movimenti di Elliott nel capitale della compagnia telefonica: al 15 marzo 2018 deteneva il 3,75%, percentuale salita poi al 5,03% il 3 aprile 2018 e aumentata ancora fino all’8,848% in data 6 aprile 2018. Secondo quanto scritto su il Sole24Ore, per la Cdp (che ha comunicato l’intenzione di salire al 5%) al momento non c’è alcuna comunicazione ufficiale. Il gruppo si starebbe muovendo attraverso Bofa (Bank of America – Merrill Lynch).

Focus sul Creval. Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 6 aprile BlackRock ha ridotto la partecipazione aggregata nell'istituto, portandola dal 5,015% al 4,938% del capitale. Nel dettaglio il 4,639% è relativo a diritti di voto riferibili ad azioni, mentre il restante 0,299% è relativo ad azioni oggetto di contratti di prestito titoli con possibilità di rientro non prestabilita a discrezione del prestatore o del prestatario.

ERG tra i protagonisti. Unicredit ha completato la cessione, attraverso una procedura di accelerated book-building, di 6.012.800 azioni ordinarie, pari a circa il 4% del capitale della società di raffinazione e corrispondenti all’intera partecipazione detenuta dalla banca nella società. Le azioni sono state cedute a un prezzo unitario di 18,6 euro, per un incasso complessivo di 111,84 milioni di euro. Le azioni sono state collocate presso investitori qualificati italiani e istituzionali esteri. Ieri il titolo aveva terminato la seduta a 20,06 euro.

Previsto un avvio di seduta spumeggiante per la A.S. Roma. I giallorossi si sono qualificati per le semifinali di Champions League battendo il Barcellona per 3 a 0 all’Olimpico. La squadra allenata da Eusebio Di Francesco ha ribaltato il 4 a 1 dell’andata.

Ottima giornata per Wall Street. Il Dow Jones ha terminato la seduta con un progresso dell’1,79% a 24.408 punti. Performance simile per l’S&P500 (+1,67% a 2.657 punti). Molto bene anche il Nasdaq che ha guadagnato il 2,07% a 7.094 punti. In evidenza le società automobilistiche, dopo che il presidente cinese, Xi Jinping, ha ventilato la possibilità di ridurre i dazi all’importazione di alcune vetture. Molto bene anche Facebook (+4,5% a 165,04 dollari), dopo l’audizione del fondatore Mark Zuckerberg al Senato degli Stati Uniti per chiarire la questione di Cambridge Analytica.

Chiusura in frazionale ribasso per la borsa di Tokyo. L’indice Nikkei ha terminato la seduta con una flessione dello 0,49% a 21.687 punti. Spicca l’ottima performance messa a segno da SoftBank (+3,54%), sulle ipotesi di una fusione con T-Mobile US.

L’euro ha superato gli 1,235 dollari, mentre il bitcoin[1] si mantiene sotto i 7.000 dollari (circa 5.500 euro).

References

  1. ^ quotazione bitcoin (www.soldionline.it)