CONDIVIDI

Variazione nulla per Piazza Affari, e frazionali per i principali mercati del Vecchio Continente. A Milano, poco mossa per tutta la giornata, in generale rialzo i bancari

Giornata tutta sulla parità per Piazza Affari e per i principali mercati europei. Le piazze del Vecchio Continente non sono state condizionate dagli attacchi di sabato – da parte di Usa, Francia e Gran Bretagna – a 3 siti siriani ritenuti legati alla produzione di armi chimiche. Nel frattempo in Italia sembra lontana una soluzione all’impasse legata alla formazione di un nuovo governo. Poco da segnalare dal fronte macroeconomico, con qualche dato minore, diffuso nel pomeriggio, dagli Usa.

Il FTSEMib ha chiuso la seduta perfettamente invariata a 23.329 punti (minimo di 23.292 punti, massimo di 23.411 punti). Il FTSE Italia All Share ha chiuso in lieve rialzo, dello 0,07%. Variazioni in lievissimo rosso per il FTSE Italia Mid Cap (-0,02%) e il FTSE Italia Star (-0,1%).

L’euro ha oscillato tra gli 1,235 e gli 1,24 dollari, mentre alle 17.30 il bitcoin[1] era poco sotto gli 8.000 dollari (quasi 6.500 euro).

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40[2]

In generale progresso – anche se lieve – i titoli del comparto bancario. BPER Banca è salita dell'1,01%. I soci della banca hanno approvato il progetto di bilancio individuale dell’esercizio 2017 e il bilancio consolidato 2017. Gli azionisti hanno deliberato la distribuzione di utili di esercizio per quasi 53 milioni di euro, con la distribuzione di un dividendo unitario in contanti pari a 0,11 euro per ciascuna azione ordinaria. L’assemblea ha poi nominato il consiglio di amministrazione per il triennio 2018-2020.

Bene UBI Banca (+1,59%) mentre Unicredit (+0,38%) e IntesaSanpaolo (+0,29%) son salite in modo più frazionale.

Sempre sotto i riflettori Telecom Italia (+0,35%). Il Sole24Ore di domenica ha scritto che prima di arrivare alla conta in assemblea il confronto tra Elliott e Vivendi, i 2 azionisti di rilevanza di Tim, passerà per il Tribunale civile di Milano, al quale venerdì hanno fatto ricorso d’urgenza sia Tim sia Vivendi, in modo da avere un responso prima del 24 aprile, data dell’assemblea. Secondo indiscrezioni alla riunione dei soci potrebbe essere presente fino al 68% del capitale, con Elliott e soci a suo supporto intorno al 35%. Nel frattempo dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob venerdì in serata si apprende che dal 6 aprile Jp Morgan è accreditata di una partecipazione aggregata potenziale del 5,932% del capitale di Telecom Italia.

Bene Leonardo (+1,56%). Il gruppo ha annunciato che il Governo del Pakistan introdurrà in servizio ulteriori elicotteri bimotore intermedi AW139. In base agli accordi contrattuali raggiunti, le nuove unità saranno impiegate per compiti di trasporto passeggeri, elisoccorso e utility su tutto il territorio nazionale. Gli elicotteri saranno consegnati all’inizio del 2019.

Si è invece ridotto allo 0,9% il rialzo di STM. Il titolo del gruppo italo-francese dei semiconduttori era arrivato a guadagnare fino a più di 2 punti percentuali.

In calo dello 0,78% Fiat Chrysler Automobiles. Gli esperti di Goldman Sachs hanno ritoccato leggermente al rialzo il loro target price, confermando il rating "buy" (acquistare).

In ribasso dell'1,12% Moncler. Gli analisti di Mediobanca hanno decido di abbassare a "neutrale" la loro raccomandazione. Bocciatura anche da parte di Deutsche Bank, che ha ridotto il rating a "hold" (mantenere). I soci del gruppo hanno approvato il bilancio d’asercizio al 31 dicembre 2017 ed deliberato la distribuzione di un dividendo unitario lordo pari a 0,28 euro per azione ordinaria. L’ammontare complessivo da distribuire a titolo di dividendo è così pari 70,82 milioni di euro circa. La data di stacco della cedola sarà il 21 maggio 2018, con pagamento il 23 maggio 2018.

In progresso dello 0,36% Safilo. L'agenzia Moody’s ha comunicato di aver ridotto di un livello il rating sul debito a lungo termine di Safilo, portandolo da "Ba3" a "B1"; il giudizio conferma l'azienda tra gli emittenti speculativi. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri sono stabili.

In rialzo Indel B (+4,23%). Il gruppo ha chiuso il 2017 con ricavi consolidati pari a 118,5 milioni di euro, in salita del 32% rispetto ai 90 milioni di euro dell’esercizio 2016 e un utile netto adjusted di 13,3 milioni, in rialzo del 34% rispetto ai 9,9 milioni di euro dell’esercizio 2016. Il consiglio di amministrazione ha deliberato di proporre all'assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo relativo all’esercizio 2017 di 4 milioni complessivi, pari a 0,68 euro per azione, con data di pagamento il 23 maggio 2018 e stacco cedola il 21 maggio 2018.

References

  1. ^ quotazione bitcoin (www.soldionline.it)
  2. ^ le quotazioni dei titoli del SOLMib40 (www.soldionline.it)