CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Danieli[1]

La quotazione del titolo Danieli & C. Officine Meccaniche è abbastanza stabile, grazie al suo beta basso che le permette di essere meno volatile rispetto al mercato. Negli ultimi 15 anni il titolo è cresciuto del +1161%.

Danieli & C.Officine Meccaniche SpA (DAN.MI) è una multinazionale italiana con sede a Buttrio (Udine) ed è uno dei leader a livello mondiale nella produzione di impianti siderurgici, con particolare distacco nel settore dei prodotti lunghi, del cui mercato mondiale detiene oltre il 90% di quota.

La Società è fondata nel 1914 quando i fratelli Mario e Timo Danieli, originari della Valsugana, acquisiscono a Brescia le Acciaierie Angelini, tra le prime aziende italiane ad utilizzare forni elettrici ad arco per produrre l'acciaio. Dopo la prima guerra mondiale i due fratelli si separano e nel 1929 Mario trasferisce a Buttrio la produzione di attrezzature per la lavorazione d'acciaio e macchine ausiliarie per gli impianti di laminazione. Nel secondo dopoguerra la società, guidata dal figlio di Mario, Luigi, e denominata Danieli & C, compie una scelta decisiva concentrandosi nella produzione di macchine per l'industria siderurgica. Contribuendo così a rendere negli anni sessanta e settanta l'industria siderurgica italiana la più competitiva in Europa.

Nella seconda metà degli anni settanta, quando il settore siderurgico entra in crisi a causa di un eccesso di capacità produttiva, Luigi Danieli (1915-1993), adotta una strategia diversa: passare gradualmente dalla costruzione di macchine per la siderurgia alla consegna di impianti chiavi in mano. Già nel 1976 la società si aggiudica la progettazione e la realizzazione di un'acciaieria da 500 mila tonnellate a Brandeburgo, nella Germania Est, battendo i tedeschi della Krupp con un'offerta di solo il 3% inferiore. Una commessa che per la Danieli ha voluto dire circa 200 miliardi delle vecchie lire. Nel 1979 la società ha un fatturato di oltre 130 miliardi di lire realizzati per l'80% all'estero e dà lavoro a 1600 persone.

References

  1. ^ Danieli (www.trend-online.com)