CONDIVIDI

Unieuro ha chiuso l’esercizio 2017/2018 (l’azienda chiude il bilancio il 28 febbraio) con ricavi per 1,87 miliardi di euro, in aumento del 12,8% rispetto agli 1,66 miliardi realizzati nell’esercizio precedente, principalmente grazie alla crescita del canale online. Il fatturato like-for-like – ovvero la performance dei negozi aperti da almeno 26 mesi al 28 febbraio 2018 e comprensiva sia delle vendite retail sia del click&collect – è sceso dell’1,9%. In miglioramento anche il margine operativo lordo adjusted, passato da 65,4 milioni a 68,9 milioni di euro (+5,4%); tuttavia, la marginalità si è ridotta dal 3,9% al 3,7%. Unieuro ha terminato lo scorso esercizio con un utile netto adjusted di 39,4 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 36,3 milioni contabilizzati nel 2016/2017. Il risultato finale è stato positivo per 11 milioni di euro.

A fine febbraio l’indebitamento netto del gruppo era salito a 4,5 milioni di euro, rispetto ai 2 milioni di inizio esercizio, nonostante gli investimenti realizzati (37,3 milioni di euro), le acquisizioni (25,7 milioni) e i dividendi distribuiti nel corso dell’esercizio (20 milioni). Nell’esercizio appena concluso le attività operative di Unieuro hanno assorbito risorse per 79,6 milioni di euro.

I vertici di Unieuro hanno proposto la distribuzione di un dividendo 2018, relativo all’esercizio 2017/2018, di un euro per azione per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro; la cedola sarà staccata l’11 giugno e messa in pagamento il 13 giugno.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.