CONDIVIDI

Intel ha terminato il primo trimestre del 2018 con ricavi per 16,07 miliardi di dollari, in aumento del 9% rispetto ai 14,8 miliardi del corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Il margine lordo è sceso dal 61,9% al 60,6%. Il trimestre si è chiuso con un utile netto di 4,45 miliardi di dollari, rispetto ai 2,96 miliardi del primo trimestre del 2017; l’utile netto è salito da 0,61 dollari a 0,93 dollari. Escludendo le voci straordinarie, Intel avrebbe registrato un utile per azione di 0,87 dollari.

Le stime degli analisti indicavano un utile per azione di 0,72 dollari e ricavi per 15,07 miliardi di dollari.

Per il trimestre in corso i vertici di Intel prevedono ricavi nell’intorno dei 16,3 miliardi di dollari e un utile netto adjusted compreso tra gli 0,8 e gli 0,9 dollari; queste indicazioni si confrontano con i 15,59 miliardi e gli 0,81 dollari stimati dagli analisti. Per l’intero esercizio il management stima ricavi per 67,5 miliardi di dollari e un utile per azione nell’intorno dei 3,85 dollari.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.