CONDIVIDI

Dopo aver superato, con tanto di gap up, il massimo di inizio anno, lo S&P500 sta tornando mestamente indietro. Un comportamento per ora tanto moderato quanto fisiologico, vista anche la stagionalità non certo esaltante del periodo: a condizione però che non si scenda sotto i 2873 punti, massimo del 26 gennaio scorso. Una sequenza di quattro minimi decrescenti, con l'indice al contempo su livelli superiori rispetto a 7 giorni fa, storicamente induce reazione benigna una settimana dopo.

Dobbiamo però rilevare come si stiano manifestando a Wall Street setup già visti in occasione del massimo di inizio anno. Ieri abbiamo accennato alla insolita convergenza fra S&P500 e VIX: fenomeno che ha prodotto una correlazione positiva, come per l'appunto non si sperimentava da gennaio. Anche il rapporto fra opzioni put e opzioni call scambiate, risulta sospettosamente contenuto: dopotutto, perché spendere denaro per coprirsi, quando il mercato è «sicuramente» destinato a crescere?

C'è un altro aspetto emerso nelle ultime 48 ore: torna a fare capolino l'Hindenburg Omen. Questo complesso setup è stato appunto registrato al termine delle sedute di martedì e mercoledì, e complessivamente quattro volte nell'ultimo mese. Non se ne parlava da tempo, e non si scorge citazione sui media specializzati: brutto segno. Ne parliamo più in dettaglio nel Rapporto Giornaliero di oggi.

Nel frattempo le vendite si fanno graffianti. Mentre Piazza Affari chiude mestamente sui minimi, il MSCI Euro ripiega ulteriormente fino a lambire la storica trendline che connette i massimi del 2000, 2007 e 2015, all'apparenza superata con successo all'inizio dello scorso anno. È la linea del Piave delle borse europee: oltre questo argine non solo si negherebbe clamorosamente quel break rialzista, ma si formalizzerebbe appieno un evidente testa e spalle ribassista; con tutte le conseguenze del caso. Questo, mentre negli Stati Uniti le società del FANG forniscono segnali non proprio confortanti, come già anticipato ieri mattina.

Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.