CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Bitcoin[1]

Il bitcoin è oggi al secondo giorno di pesanti ribassi, alimentati dalla notizia che Goldman Sachs ha sospeso i piani per fornire servizi di trading su criptovalute.

Secondo giorno di pesanti ribassi per il Bitcoin, da ieri investito dalla notizia che la banca d'affari Goldman Sachs ha sospeso il suo progetto di lanciare un trading desk appositamente destinato alle criptovalute.

La moneta, che dopo il crollo di inizio anno si muove ormai da mesi in uno stretto range di prezzo tra i 6 e gli 8mila dollari, ne ha persi quasi mille solo tra ieri ed oggi, lasciando sul terreno così quasi il 13% del suo valore.

Le rivelazioni di Business Insider

Ad alimentare le vendite sono state secondo l'interpretazione più diffusa le indiscrezioni della testata finanziaria Business Insider, che chiamando in causa "fonti vicine al dossier" ha rivelato che GS ha deciso di mettere da parte, almeno per il momento, i progetti di creare fornire servizi di trading su cryptocurrencies, giudicando il settore ancora troppo soggetto all'incertezza, soprattutto sul tema della regolamentazione.

Secondo il report, la banca avrebbe intenzione per il momento di gestire semplicemente dei servizi di custodia di criptoasset detenuti da grandi fondi clienti, e non prenderebbe soprattutto in considerazione l'idea di trattare prodotti che prevedano l'acquisto fisico di bitcoin.

La risposta ufficiale

Ufficialmente, la banca non ha in realtà confermato né smentito le indiscrezioni. "In risposta all'interesse dei nostri clienti in diversi prodotti digitali, stiamo valutando come poterli servire al meglio in questo ambito”, ha detto un portavoce di Goldman Sachs, limitandosi a sottolineare che "al momento" l'istituto non ha ancora raggiunto "una conclusione sulla portata della nostra offerta digitale”.

References

  1. ^ Bitcoin (www.trend-online.com)

Original Article