CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

STMicroelectronics[1]

Il titolo scivola su valori che non si vedevano ormai da un anno, complice l'andamento negativo del settore. Non mancano però le buone notizie: le banche d'affari restano bullish su STM.

Non accenna placarsi l'ondata di vendite che ormai da quasi tre mesi si sta abbattendo su STM, anche oggi protagonista di una seduta in negativo. Il titolo vive così la quarta giornata consecutiva in calo, con un bilancio in rosso di circa il 10% in questo stretto arco temporale.

STM resta sotto pressione: -30% dal picco di metà giugno

Dopo aver archiviato la sessione di ieri con una flessione dell'1,5%, STM quest'oggi propone un copione non molto diverso. Negli ultimi minuti il titolo passa di mano a 15,975 euro, con un calo dell'1,57% e oltre 1,5 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 3,2 milioni di pezzi.

Nell'intraday STM è sceso a toccare un minimo a 15,915 euro, su valori che non si vedevano ormai da un anno, visto che per trovare quotazioni simile dobbiamo risalire indietro nel tempo alla fine di settembre dello scorso anno.

Dai massimi di periodo segnati a metà giugno poco oltre i 22,5 euro, il titolo ha lasciato sul parterre quasi il 30% del suo valore, penalizzato nelle ultime giornate dai segnali di negatività arrivati dall'high-tech Usa, con il Nasdaq Composite nel mirino dei ribassisti ormai da alcune sedute.

Indicazioni contrastanti nel settore dei semiconduttori

Gli analisti di Equita SIM in un report diffuso oggi si soffermando sul newsflow contrastante nel settore dei semiconduttori.
A tal proposito gli esperti segnalano che ieri l’indice SOX ha perso quasi il 3% in seguito alle indicazioni da parte di KLA Tencor, un produttore di macchinari usati principalmente per il controllo qualità settore delle memorie.

References

  1. ^ STMicroelectronics (www.trend-online.com)

Original Article