CONDIVIDI

A seguito della conclusione della prima parte dell’asta per le frequenze 5G messe in gara dal Mise, Telecom Italia-TIM si è aggiudicata con un investimento di 680 milioni di euro circa (importo in linea con la base d’asta fissata a 676 milioni di euro circa) due dei quattro lotti da 5+5 MHz ciascuno sulla banda 700 MHz (10 MHz in upload e 10 MHz in download), disponibili a partire dal 2022 e validi fino al 2037.

La nota del gruppo specifica che il lotto acquisito rappresenta il massimo aggiudicabile per TIM in base all’attuale normativa Antitrust e che le nuove frequenze a 700 MHz permetteranno a TIM di raggiungere tutto il territorio italiano, portando i servizi UBB sia nelle aree rurali e in digital divide, sia nelle aree indoor molto sfidanti per la copertura mobile, come ad esempio i palazzi nei centri storici delle città, ottimizzando gli investimenti sulla rete.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.