CONDIVIDI

Piazza Affari tocca i minimi da marzo 2017. FTSE MIB -1,84%.

*Mercati azionari europei in netta flessione. Wall Street negativa: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1,1%, Nasdaq Composite -0,6%, Dow Jones Industrial -0,9%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,84%, il FTSE Italia All-Share a -1,80%, il FTSE Italia Mid Cap a -1,43%, il FTSE Italia STAR a -2,30%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA a settembre l'indice grezzo dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,1% rispetto ad agosto risultando inferiore alle attese degli analisti e alla rilevazione precedente entrambe pari a +0,2%. Su base annuale l'indice si è attestato al 2,3%, in calo rispetto ad agosto (+2,7%) e inferiore al consensus (+2,4%). L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,1% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%). Su base annuale l'indice e' salito del 2,2% pari alla rilevazione precedente (consensus +2,3%). L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 5 ottobre, le scorte di petrolio negli USA sono aumentate di 5,987 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un incremento pari a 2,620 milioni di barili. Negli USA le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 5 ottobre si sono attestate a 214 mila unità, superiori sia alle attese fissate a 211 mila unità che ai 207 mila unità della settimana precedente.

Petroliferi molto deboli in scia all'arretramento del greggio, sceso fin sui minimi da fine settembre. Il future dicembre sul Brent si è avvicinato a quota 80,70 $/barile (da oltre 85 ieri mattina), il future novembre sul WTI a 71,10 $/barile circa (da 75). A Milano Tenaris (-4,22%), Saipem (-3,25%), Eni (-2,75%). I dati sulle scorte di petrolio USA settimanali dell'American Petroleum Institute (API) e dell'Energy Information Administration (EIA) hanno evidenziato incrementi consistenti e superiori alle attese, circostanza che ha sicuramente penalizzato la domanda di greggio (e di conseguenza il prezzo).

Original Article