CONDIVIDI

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Enel[1]

Plus500

Come indicato nel piano, la priorità resta il riacquisto minorities e solo successivamente, per il disavanzo, il buyback delle azioni.

Seconda seduta consecutiva al rialzo per Enel che, dopo aver guadagnato un punto e mezzo percentuale ieri, si è spinto in avanti anche oggi. Il titolo ha terminato le contrattazioni a 4,04 euro, con un progresso dello 0,55% e oltre 45 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 41 milioni di pezzi.
Enel si appresta ad approvare il piano di buy-back da 2 miliardi di euro nel prossimo Cda per l’approvazione del bilancio e successivamente all’assemblea. Il potenziale buy-back fa parte del piano strategico di gruppo presentato a novembre ed è alternativo al progetto di riacquisto delle minorities, nel caso in cui quest’ultimo non fosse realizzabile.
Gli analisti di Equita SIM segnalano che in realtà, dei 2 miliardi di euro di piano di riacquisto minorities, Enel ha già impiegato circa 400 milioni di euro nell’atteso riacquisto del 24% di Muntenia in Romania.
Come indicato nel piano, la priorità resta il riacquisto minorities e solo successivamente per il disavanzo il buyback delle azioni. Per la SIM milanese resta in ogni caso un elemento positivo della strategia di Enel, per il quale viene confermata la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 4,7 euro.

References

  1. ^ Enel (www.trend-online.com)

Original Article

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here