CONDIVIDI

Nell'attesa di maggiori dettagli sui tagli alle tasse promessi dall'Amministrazione Trump, la piazza azionaria americana ha chiuso l'ultima seduta della settimana in denaro con il Nasdaq che ha guadagnato lo 0,41% a 5.838,58 punti, mentre il Dow Jones ha guadagnato un frazionale 0,02% a 20.624,05 punti. Luce verde pure per l'indice S&P 500 che è stato fotografato al close a 2.351,16 con un rialzo dello 0,17%.

Dow Jones, UnitedHealth in forte ribasso

Oggi, venerdì 17 febbraio del 2017, a togliere più punti al Dow Jones sono state le azioni della UnitedHealth Group (UNH), -3,73% a $ 157,55. E questo dopo che si è appreso che il Dipartimento di Giustizia americano aderirà alla causa contro la società che, in particolare, è accusata di aver sovraccaricato il programma di assicurazione medica Medicare.

Plus500

Tra le altre large caps, chiudono in rosso la sessione di scambi pure Exxon Mobil (XOM), -0,70% a $ 81,72, Walt Disney (DIS), -0,61% a $ 110,03, Chevron Corporation (CVX), -0,35% a $ 110,29, e General Electric Company (GE), -0,30% a $ 30,36.

Nyse, DaVita Inc. in denaro dopo la trimestrale

Al New York Stock Exchange, nel settore sanitario, le azioni della DaVita Inc. (DVA) hanno fatto registrare a fine giornata un balzo del 3,45% a $ 66,89 dopo aver riportato, nel quarto trimestre fiscale del 2016, profitti superiori alle attese a fronte però di un giro d'affari leggermente al di sotto delle previsioni di consenso. Nel dettaglio, DaVita Inc. ha archiviato il Q4 2016 con un eps a $ 0,98 rispetto ai $ 0,91 per azione attesi dal mercato, mentre il fatturato, a $ 3,72 miliardi, ha mancato seppur di poco le stime posizionate a $ 3,74 miliardi.

Original Article

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here