CONDIVIDI

(ANSA) – ROMA, 18 FEB – Una storia di successo per un prodotto sempre più amato dai giovani e dai mercati esteri, con una crescita sommessa ma esponenziale e numeri di tutto rispetto. Eppure, un successo quello dei birrifici artigianali – vero asso del made in Italy – gravato da accise e burocrazia. I micro-birrifici artigianali oggi in Italia sono circa 800, ma si arriva a 1.100 se si tiene conto delle cosiddette 'beer firm', i birrifici senza impianto di produzione proprio. Nel 2014 erano 700 e appena qualche decina vent'anni fa. Il settore dà lavoro a 3mila addetti che salgono a 5mila con l'indotto. Sul totale della birra prodotta in Italia, la quota di 'artigianale' è salita dall'1,1% del 2011 (450mila ettolitri) al 3,5% del 2016 (500mila ettolitri). Stimando un valore di 4,5 euro a litro il fatturato complessivo dell'artigianato birrario italiano arriva a 225 milioni di euro. Per una quota tra il 15 e il 20 per cento garantito dalle esportazioni. I numeri arrivano da UnionBirrai (Cna)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here