CONDIVIDI

(Teleborsa) – Il Governo conferma l'assunzione di 50 mila precari e le norme sui licenziamenti sprint dei furbetti del cartellino[1]. Il Ministro per la P.A. Marianna Madia, in un'intervista al Messaggero, ribadisce il via alla riforme ("stabilizzato chi ha un contratto a tempo da almeno tre anni") e spiega che è allo studio anche lo sblocco del turn over. Per gli adeguamenti salariali sono pronti 2,1 miliardi.

"Secondo le nostre stime sono circa 50 mila i precari che verranno stabilizzati con la riforma del pubblico impiego – ha detto il Ministro Madia – in quanto abbiamo considerato coloro che hanno contratti temporanei da oltre tre anni. Il piano sarà in vigore dal 2018 al 2020".

Plus500

Alla domanda se il turn over verrà sbloccato, il Ministro ha risposto: "Stiamo ragionando nell'ambito del Governo di rivedere il turn over per gli enti locali. Nel Testo unico ci sarà una norma sperimentale sulle Regioni e sulle Città metropolitane virtuose".

Chiuso il Testo unico, si apre il tavolo sul contratto con l'aumento di 85 euro. "Stiamo chiudendo il riparto delle risorse del fondo finanziato nella manovra e che serve a diversi scopi – ha spiegato la Madia – e la parte prevalente andrà ai dipendenti pubblici. Ci sono 900 milioni per il 2017 che diventano 1,2 miliardi nel 2018. Sono circa la metà delle risorse necessarie. Il resto lo stanzieremo nella prossima Legge di stabilità".

References

  1. ^ le norme sui licenziamenti sprint dei furbetti del cartellino (www.teleborsa.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here