CONDIVIDI

Generali è pronta a valutare tutte le forme di collaborazione industrialmente valide, senza nessuna preclusione verso Intesa Sanpaolo, che da tempo è data in prima linea per acquisire[1] una quota rilevante del Leone. Lo ha affermato il presidente della compagnia assicurativa, Gabriele Galateri di Genola, nel corso di un convegno organizzato da Consob[2], Borsa Italiana[3] e Assonime a Milano.

Su Intesa “Io non ho fatto preclusioni -, ha detto il presidente – ho detto che se ci fossero ipotesi di collaborazione valide e che rispettino anche le regole del gioco della governance in termini di chiarezza e trasparenza evidentemente le valuteremo”. Generali prenderà in considerazione “tutte le forme di collaborazione che potranno presentarsi, purché siano industrialmente valide e nella prospettiva dei nostri cardini: essere un’azienda italiana, internazionale, innovativa e che crea valore per i suoi azionisti“.

Plus500

Galateri ha aggiunto che “questo discorso delle collaborazioni deve avvenire nell’ambito della chiarezza, della trasparenza e delle regole di governance e, su questo aspetto, auspicherei che vengano fuori le regole che concernono il market-abuse che sono attese da tempo sul mercato italiano”.

Generali e il suo ad, Philippe Donnet, stanno “facendo un ottimo lavoro” nell’implementare il piano industriale, ha proseguito il presidente del Leone, “abbiamo un appuntamento il 15 marzo con il consiglio sul bilancio e a quell’epoca avrete tutte le illustrazioni, le dichiarazioni, le dimostrazioni del caso sull’attività dell’azienda nel 2016: faremo il punto della situazione”

Il titolo Generali al momento si avvia verso la chiusura in rialzo dello 0,27% a 14,82 euro. Intesa SanPaolo[4] cede -1%, a 2,174 euro.

References

  1. ^ acquisire (www.wallstreetitalia.com)
  2. ^ Consob (www.wallstreetitalia.com)
  3. ^ Borsa Italiana (www.wallstreetitalia.com)
  4. ^ Intesa SanPaolo (www.wallstreetitalia.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here