CONDIVIDI

Dietrofront americano in meno di 48 ore. Il colosso alimentare a stelle e strisce Kraft Heinz, guidato dal tandem miliardario Warren BuffetJorge Lemann, che controllano quasi il 50% del capitale di Kraft Heinz attraverso Berkshire Hathaway e 3G,ha ritirato la sua offerta di 143 miliardi di dollari per l'acquisizione della società di beni di consumo Unilever. Una mossa conseguente al rifiuto del colosso anglo-olandese che nel suo portafoglio marchi ha anche quello del celebre Cornetto Algida che ha mandato subito in rosso il titolo stamane alla Borsa di Amsterdam: -7% al suono della campanella.

In una nota, le società hanno dichiarato che "Unilever e Kraft Heinz tengono l'un l'altro in grande considerazione, e che Kraft Heinz ha il massimo rispetto per la cultura, la strategia e la leadership di Unilever. Unilever ha respinto l'offerta perchè ha considerato l'offerta troppo bassa".

Plus500

Venerdì, Unilever aveva dichiarato infatti che l'offerta di 143 miliardi di dollari ricevuta da Kraft Heinz "sottovalutava il gruppo". Valutazione che spingeva Unilever a rigettare la proposta perchè non conveniente, ne' finanziariamente ne' strategicamente, per i suoi azionisti.

Un rifiuto senza appello. "Unilever non ritiene ci siano le condizioni per ulteriori discussioni", aveva concluso infatti la nota del gruppo anglo-olandese. La fusione avrebbe creato il secondo gruppo mondiale dei beni di consumo alimentari immediatamente dietro a Nestlè, com marchi come Heinz Ketchup o il gelato Magnum, ma anche il sapone Dove e altri detergenti.

Secondo le indiscrezioni, Kraft Heinz avrebbe deciso di accantonare le proprie velleità di espansione dopo che nel weekend il governo guidato dalla premier Theresa May ha alzato le barricate contro quella che è stata letta come un'offerta ostile da parte di un competitor straniero, la più grande mai avanzata nel Paese, in grado di provocare ricadute serie sull'economia britannica.

Velleità che avrebbero spinto Londra, secondo alcuni rumors, ad interventi concreti in difesa di un settore ritenuto strategico. Memore della pioggia di critiche piovute nel 2010 per l'acquisizione del gruppo del cioccolato Cadbury, Kraft che era pronta anche a mettere più soldi sul piatto ha deciso di fare dietrofront.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here