CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro è sceso in tutte le valute principali durante la giornata di scambi di giovedì, un trend ribassista iniziato dopo il nulla di fatto della Federal Reserve di ieri, che non ha apportato nessuna novità con riguardo ai tassi di interesse americani.

I nove membri del FOMC si sono schierati unanimamente nel tenere i tassi di interesse invariati per almeno un altro mese, nonostante abbiano affermato che "il mercato del lavoro americano ha continuato a rafforzarsi, anche se la crescita economica è rallentata".

Plus500

Le scommesse per mezzo di contratti futures su un possibile incremento dei tassi di interesse per il mese di giugno sono salite secondo i dati del Chicago Mercantile Exchange (CME), mentre i prezzi delle commodities sono crollati.

Il petrolio ha perso il 2%, mentre i prezzi dell'argento sono scesi al minimo da gennaio a 16,40 dollari per oncia, in ribasso di oltre il 12% dal picco di cinque mesi di metà aprile.

La domanda per l'acquisto di monete e piccoli lingotti d'oro ha fatto registrare il miglior primo trimestre dal 2013 secondo nuovi dati[1] pubblicati oggi dal World Gold Council.

"La domanda di gioielli continua ad essere deludente", afferma il WGC, mentre l'acquisto di oro da parte delle banche centrali è sceso vicino al minimo di sei anni, anche in virtù della riduzione degli acquisti da parte della Banca Popolare cinese, l'acquirente più importante insieme alla Russia.

Tralasciando il secondo trimestre del 2015 e i primi tre trimestri del 2016, la domanda per l'acquisto di oro fisico è stata la più bassa dalla primavera del 2010, sempre secondo i dati pubblicati dal World Gold Council.

"La domanda complessiva è in ribasso anno su anno", ha affermato Alistair Hewitt del WGC, "se riferita al primo trimestre dello scorso anno, periodo in cui era stata eccezionalmente alta in virtù del flusso in entrata di oro nei fondi ETF".

Dopo aver toccato i 1.290 dollari per oncia a metà del mese di aprile, il prezzo dell'oro ha perso il 4,5% fino ad oggi, per essere scambiato in data odierna al di sotto dei 1.230 dollari per oncia per la prima volta in sei settimane.

E' possibile leggere la versione completa dell'articolo in inglese cliccando qui[2].

Potrebbe interessarti anche leggere:

e-max.it: your social media marketing partner

References

  1. ^ dati (www.gold.org)
  2. ^ qui (www.bullionvault.com)