CONDIVIDI

Non si ferma la discesa delle Borse europee che dopo i ribassi delle ultime giornate hanno continuato a perdere terreno anche oggi. Il Ftse100 ha limitato le perdite ad un calo dello 0,24%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno riportato una flessione rispettivamente dello 0,4% e dello 0,73%.

Ftse Mib: le vendite hanno ancora la meglio

Segno meno anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi 22.437 punti, con un calo dello 0,55%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.586 e un minimo a 22.269 punti.
Con quella odierna sale a sette il numero di sedute consecutive al ribasso per l'indice delle blue chips che continua a segnare massimi e minimi decrescenti, senza trovare al momento un supporto dal quale ripartire.

Plus500

Il cedimento di area 22.500, se confermato nelle prossime ore, potrebbe condurre il Ftse Mib ad un nuovo test dei minimi odierni in area 22.250, sotto cui la discesa proseguirà verso la soglia psicologica dei 22.000 punti, da cui è partito l'ultimo recupero che ha condotto su nuovi massimi dell'anno.
Un immediato ritorno sopra area 22.500 potrebbe favorire acquisti che troveranno un primo ostacolo in area 22.700/22.800 e una resistenza successiva sui massimi dell'anno a 23.000/23.100 punti.

Sarà solo con il superamento di questo baluardo che il Ftse Mib potrà proseguire al rialzo verso nuovi massimi, con primo obiettivo area 23.500 e target successivo sull'importante livello dei 24.000 punti che potranno essere raggiunti entro la fine dell'anno.

Vista la discesa delle ultime giornate aumentano le chance di assistere ad un rimbalzo nelle prossime ore, ma sarà bene muoversi con cautela per valutare se si tratterà di un semplice pull-back o di una ripresa della tendenza rialzista ancora in essere.

Original Article