CONDIVIDI

Perde lo slancio rialzista il prezzo dell'oro sul finire sella settimana. Dollaro Usa in recupero

I PREZZI DELL'ORO sono scesi venerdì all'ora di pranzo a Londra e il guadagno di questa settimana si attesta allo 0,5% mentre le azioni mondiali sono salite e il greggio si è apprezzato, ma ha mantenuto l'approccio di questa settimana sui massimi di 3,5 anni.

La Russia si è unita alla Turchia nell'innalzare il suo tasso di interesse chiave, facendo la prima mossa del genere dal 2014 e aiutando il Rublo a recuperare quasi il 4% dal minimo di 2,5 anni di questa settimana rispetto al dollaro sul mercato dei cambi.

L'argento è tornato invariato per la settimana a $ 14,21, e i prezzi del platino sono rimasti saldi registrando una performance settimanale del +3,4% in termini di dollari USA.

La Rupia indiana ha fatto un rally venerdì dopo aver toccato nuovi minimi storici rispetto al dollaro questa settimana, guadagnando accanto al mercato azionario di Mumbai mentre l'inflazione nella nazione n. 2 dei consumatori d'oro ha mostrato un rallentamento al minimo di 4 mesi del 4,5% e il ministero delle Finanze ha detto che farà tutto il possibile per arginare il crollo della valuta.

Nonostante la stagione dei matrimoni in corso e l'inizio di Diwali, i prezzi dell'oro interno sono scesi a $ 2 di sconto per l'oncia rispetto ai prezzi delle importazioni di lingotti, e riporta Reuters, la domanda è scarsa. "Il mercato ha perso slancio per l'aumento dei prezzi", il newswire cita Harshad Ajmera della JJ Gold House di Kolkata. "Gli acquirenti stanno aspettando che i prezzi scendano sotto i $ 1200".

Anche i premi dell'oro cinese sono scivolati, scendendo di $ 7 l'oncia a Londra. Il conglomerato cinese Fosun International sta cercando nel frattempo di acquistare il broker di materie prime londinesi Marex Spectron, dice la Reuters secondo indiscrezioni di Marex.

Il mercato del fisico a Londra combatterà la spinta dell'Unione Europea a imporre l'IVA sui derivati ​​delle materie prime scambiati attraverso la città, secondo il Financial Times

In una fornitura fisica, "un Rand più debole sta abbassando i costi di produzione" per i minatori di platino in Sud Africa, afferma Bloomberg – "buone notizie per i margini" ma incoraggiando un taglio "significativo" della produzione in quanto i prezzi restano vicini ai minimi degli ultimi 10 anni " fornitore Anglo American Platinum Ltd. addirittura in aumento ". "Circa la metà della produzione sudafricana è considerata non redditizia", ​​afferma il newswire.

È una parte vitale delle celle a combustibile a idrogeno: una tecnologia che potrebbe alimentare entro il 2030 6,4 milioni di veicoli in tutto il mondo, secondo le nuove previsioni del settore, potenzialmente generando quasi una delle energie mondiali entro il 2050.

Potrebbe interessarti anche leggere: