CONDIVIDI

L’indice S&P 500 è in dirittura d’arrivo verso un nuovo record settimanale e ha solo bisogno di un guadagno dello 0,3% oggi per raggiungere l’ennesimo livello top. “Gli investitori dovrebbero ovviamente essere consapevoli del rischio di ulteriori crisi” avverte l’Economist, che riflette sui mercati in occasione del decimo anniversario della crisi finanziaria innescata dal crac della Lehman Brothers.

“Ma dovrebbero anche tenere a mente la possibilità che le cose possano andare bene”, aggiunge la rivista britannica. Sul mercato azionario a stelle e strisce si è pronunciato anche il noto economista Robert Shiller secondo cui il mercato ha alti prezzi ma potrebbero crescere ancora prima di andar giù.

Le azioni americane sono vicine ad un nuovo record e – dice il professore e premio Nober famoso per la sue analisi sui prezzi – raggiungeranno ancora nuovi massimi. “Il mercato azionario potrebbe salire ancora molto prima di scendere”, ha detto Shiller continuando “Il mercato ha un prezzo elevato, ma potrebbe diventare molto più alto”. C’è un elemento emotivo e irrazionale nella forza dell’S&P, secondo il professore di economia parlando a Bloomberg TV e ha a che fare con il presidente Trump.

“Ha qualcosa a che fare con il nostro presidente, che è un presidente orientato eccezionalmente al business e che vuole deregolamentare e favorire la riduzione delle tasse”, ha detto il professore. “Ciò ha un effetto sul mercato, ma va oltre l’effetto razionale e logico – ha qualcosa a che fare con i nostri spiriti animali. Gli Stati Uniti stanno facendo la cosa giusta in questo momento in termini di forza dell’economia e del mercato azionario. Tutto ciò sembra essere costruito intorno “alla storia di Trump” a questo punto della storia”.